L’imaging biomedico in sala operatoria

L’influenza dell’imaging biomedico sta sviluppandosi costantemente: le malattie vengono diagnosticate più rapidamente ed i trattamenti stanno sempre più entrando in vigore.

Sempre più determinante per le procedure chirurgiche, l’imaging è oggetto di attenzione da parte di tutte le professioni coinvolte in sala operatoria. In questo approfondimento seguiamo la dott.ssa Flavi, di AICO – infermieri di camera operatoria – attraverso le evoluzioni tecnologiche e procedurali

Con i termini imaging o imaging biomedico o diagnostica per immagini si fa riferimento al processo di osservazione di un’area di un organismo non visibile dall’esterno. In particolare, prevede l’impiego di radiazioni X, di radiazioni acustiche riferite agli ultrasuoni, di radiofrequenze riferite alla risonanza magnetica nucleare, allo scopo di realizzare un’immagine radiologica.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!