Giornata Internazionale della Fisica Medica

Il 7 novembre ricorre l’anniversario della nascita di Marie Sklodowska- Curie, la celeberrima scienziata vincitrice di due premi Nobel per le sue fondamentali scoperte scientifiche nel campo della fisica e della chimica.

Una tre giorni di incontri dedicati al contributo che le discipline scientifiche tutte, ma segnatamente la fisica medica, possono apportare a due aspetti essenziali per la vita dell’uomo: la salute e l’arte (intesa come esemplare estensione del concetto di bellezza). Abbiamo quindi chiesto al dott. Mazzoni di ripercorrere i lavori di Pistoia e quanto emerso dalle relazioni degli illustri partecipanti

Il 7 novembre, in onore della scienziata, ogni anno viene celebrata nel mondo la Giornata Internazionale della Fisica Medica, istituita dall’IOMP, International Organization for Medical Physics, che raccoglie ad oggi più di 22.000 membri appartenenti ad oltre 80 Paesi (http://www.iomp.org/). L’organizzazione, tra le altre cose, collabora con diversi enti internazionali tra cui IAEA, WHO e ILO, per rafforzare il ruolo dei fisici medici nel mondo. In particolare sta ad oggi svolgendo un importante lavoro per la promozione della fisica applicata alla medicina nei paesi in via di sviluppo.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!