Agilia Connect. La piattaforma digitale integrata per la gestione della terapia infusionale

Negli ultimi anni gli scenari clinici e terapeutici della sanità mondiale hanno subito un’evoluzione rapida e rilevante, soprattutto a causa dell’impressionante spinta innovativa apportata dalla digitalizzazione anche in ambito sanitario: tutto ciò ha innalzato innegabilmente il livello degli standard di efficacia ed efficienza nella cura dei pazienti, ma ha anche causato un’evoluzione altrettanto significativa dei rischi per la salute connessi alla tecnologia in ambito medicale. Basta guardare ai “Top 10 Health Technology Hazards” pubblicati dall’ECRI Institute negli ultimi 3 anni, per avere alcune evidenze lampanti di tale evoluzione: alle criticità connesse alla gestione degli allarmi e all’utilizzo dei dispositivi medici, si sono aggiunti i rischi derivati dal traffico dei dati sanitari e i pericoli connessi alla sicurezza informatica. Al primo posto nella “Top 10” 2017 troviamo gli errori di infusione, mentre nel 2018 la cybersecurity. In questo contesto il risk management assume un ruolo sempre più rilevante in quanto la prevenzione degli eventi avversi è molto spesso il principale strumento per garantire la sicurezza del paziente e degli operatori sanitari a 360°, soprattutto se inserito in un circolo virtuoso che affianchi alla valutazione del rischio clinico, la verifica di efficacia delle azioni preventive e correttive intraprese. Come naturale conseguenza di tale spaccato della realtà sanitaria, Fresenius Kabi ha ulteriormente aumentato la sua focalizzazione sulla sicurezza e sul continuo miglioramento della pratica clinica in terapia infusionale, cercando nuove vie per integrare i dispositivi di infusione e le piattaforme di raccolta e gestione dei dati clinici e operativi nelle reti ospedaliere, garantendo contestualmente sia la sicurezza terapeutica che quella informatica: da questo impegno è nata Agilia Connect, la nuova piattaforma digitale integrata per la terapia infusionale.

Agilia Connect è una piattaforma infusionale gestita tramite un server proprietario, che garantisce l’integrazione della piattaforma stessa con la rete ospedaliera. Attraverso una serie di programmi gestionali denominati Vigilant Software Suite, le pompe per infusione Agilia Connect possono essere configurate, monitorate e aggiornate in completa sicurezza da remoto. Il contenuto di innovazione della piattaforma Agilia Connect risiede proprio negli applicativi software, tutti sviluppati per garantire elevate prestazioni, estrema immediatezza di lettura, grande facilità d’uso • Centerium è il “sistema nervoso” dell’intera piattaforma: è un applicativo server che, una volta installato nel sistema ospedaliero, garantisce la comunicazione bidirezionale fra pompe infusionali Fresenius Kabi e HIS. Per prevenire qualsiasi rischio connesso alla sicurezza informatica, la comunicazione fra Centerium e tutti i dispositivi/ applicativi client viene garantita come sicura tramite un apposito certificato digitale (Digicert), che assicura gli standard di crittografia più elevati attualmente disponibili sul mercato (128 bit). • Vigilant Bridge è l’interfaccia HL7 fra Centerium e le cartelle cliniche elettroniche. In pratica, il flusso dati all’interno della piattaforma Agilia Connect è gestito esclusivamente da Centerium, che poi invia i dati di tutte le pompe infusionali Agilia ad esso connesse tramite Vigilant Bridge ai sistemi PDMS. Questo per garantire un’integrazione più semplice ed efficace fra il sistema Agilia Connect e l’infrastruttura dati ospedaliera. • Vigilant Drug’Lib è il software per la riduzione degli errori di infusione (DERS) della piattaforma Agilia Connect, che permette di definire sia le librerie farmaci che le configurazioni delle pompe a livello ospedaliero, di reparto fino alla singola pompa tramite i criteri di distribuzione definiti nel server Centerium, in modo da garantire sempre la configurazione ottimale e aggiornata delle pompe Agilia Connect rispetto all’utilizzo corrente. • Vigilant Insight è il sistema di gestione della qualità della terapia infusionale (CQI). L’applicativo riceve dalle pompe Agilia Connect i dati relativi all’utilizzo, e permette di: ºº monitorare la distribuzione delle librerie farmaci e il loro utilizzo; ºº evidenziare l’efficacia o meno di una data libreria o di una singola configurazione di un farmaco rispetto alla pratica quotidiana del singolo reparto, fornendo dati misurabili per valutare eventuali modifiche da apportare; ºº verificare che le modifiche apportate al sistema riescano effettivamente a migliorare la prestazione sanitaria e la qualità di cura; ºº monitorare l’utilizzo delle pompe installate, in modo da semplificare la gestione del parco pompe supportando la sua distribuzione rispetto al carico di lavoro effettivo dei reparti. • Vigilant Sentinel è la centrale di monitoraggio delle pompe infusionali, e fornisce un quadro completo e dinamico della terapia infusionale al posto letto, ottimizzando il flusso di lavoro e delle attività nel reparto e riducendo i rischi legati all’affaticamento da allarmi. Il sistema infusionale integrato Agilia Connect è un moderno concentrato di tecnologia che integra l’eccellenza clinica delle pompe infusionali Agilia con soluzione innovative di gestione, monitoraggio e interfacciamento delle stesse nell’ecosistema ospedaliero, pensato e disegnato con un unico grande obiettivo: avere a cuore la vita dei pazienti.