LA SFIDA TECNOLOGICA DI AIIC

Il primo Health Technology Challenge (HTC) – premio indipendente lanciato dall’Associazione Italiana Ingegneri Clinici (AIIC) per raccogliere progetti, esperienze e soluzioni in grado di contribuire ad affrontare in modo innovativo e concreto i problemi della sanità attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema – ha chiuso le ‘iscrizioni’ registrando un lusinghiero successo di partecipazioni. I progetti pervenuti presso la segreteria del Challenge sono stati infatti 182, di cui ben 147 progetti originali in grado di rispondere ai requisiti posti dall’AIIC nel suo bando progettuale, “un numero che rappresenta un oggettivo successo per la nostra iniziativa”, è il commento di Lorenzo Leogrande, presidente dell’AIIC e ingegnere dell’Unità di Valutazione delle Tecnologie del Policlinico universitario Gemelli di Roma. Il Challenge composto da otto categorie in cui sono stati suddivisi i progetti pervenuti: 1 – Health Technology Assessment; 2 – Gestione delle tecnologie biomediche; 3 – ICT ed informatica medica; 4 – Health Operations/ Project Management; 5 – Gestione del rischio clinico; 6 – Sviluppo di tecnologie e dispositivi per la salute; 7 – Progettazione funzionale; 8 – Assistenza domiciliare e Tecnologie per il territorio. I lavori pervenuti verranno valutati nelle prossime tre settimane dalla Giuria HTC (presieduta da Marcella Marletta, direttore generale dispositivi medici e servizio farmaceutico del Ministero della Salute) secondo tre chiari criteri di valutazione: robustezza della stesura, chiarezza espositiva e rigore metodologico; originalità e innovatività; applicabilità alle strutture sanitarie ed esportabilità al contesto. Le giurie specializzate sono formate da membri del Direttivo AIIC, da accademici e specialisti di settore, da direttori di ASL e di Aziende Ospedaliere, da rappresentanti di istituzioni e da giornalisti specializzati.