Prescrizione e somministrazione informatizzata: studio di fattibilità presso l’ASST Lariana di Como e l’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN HTA – 3/6

Introduzione

Gli eventi avversi dovuti a errori in corso di terapia farmacologica (da non confondere con le reazioni avverse ai farmaci ADR) sono per loro natura prevenibili ed evitabili e “sono la causa di danno più frequente nei pazienti ospedalizzati; possono verificarsi durante tutto il processo di gestione del farmaco e pertanto ai fini della prevenzione si deve prendere in considerazione l’intero sistema di gestione delle terapie”(1). Già nel 2008 il Ministero della Salute ha emanato la Raccomandazione n. 7 “Per la prevenzione della morte, coma o grave danno derivati da errori in terapia farmacologica” nella quale, sulla base di dati di studi internazionali riguardanti gli errori in terapia, raccomandava alle allora Aziende Sanitarie delle azioni specifiche da intraprendere (tra queste vi è l’introduzione di tecnologie informatizzate) al fine di prevenire gli eventi avversi da errori in corso di terapia farmacologica(1). All’interno della pratica clinica, il processo di gestione del farmaco in ospedale è composto da varie fasi, e comprende: approvvigionamento, immagazzinamento, conservazione, prescrizione, preparazione, distribuzione, allestimento e somministrazione, monitoraggio(1). In questo contesto, gioca un ruolo importante la prescrizione completamente informatizzata, ossia un sistema innovativo di sicurezza ottimale che facilita il processo di comunicazione a vari livelli attraverso la consultazione immediata e globale dei dati del paziente da parte di tutti i clinici da qualsiasi postazione. Il sistema consente di ottimizzare l’interazione tra gli operatori sanitari, e l’interfacciamento con gli altri sistemi informatizzati (armadi elettronici e applicazioni amministrative, portale di reparto, database clinici/ farmacologici), migliorando i processi operativi(2).


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!