Le malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari: i numeri in Italia

Ancora oggi, nel 21° secolo, le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nel mondo occidentale. Con questo termine indichiamo in ordine di importanza, le malattie ischemiche del cuore, le malattie cerebrovascolari e le altre malattie del cuore e dei grandi vasi come l’ateromasia dell’aorta e dell’apparato nefrovascolare. I dati ufficiali (Rapporto ISTAT maggio 2017), riferiti al decennio 2003- 2014 in Italia,

Le malattie cardiovascolari nel terzo millennio, il ruolo del medico di medicina generale tra competenze cliniche e supporti informatici

sebbene siano segno del cambiamento demografico ed epidemiologico in atto, mostrando un tasso di mortalità ridotto del 23% a fronte di un aumento del 1.7% dei decessi dovuto all’invecchiamento, confermano che le MCV sono la prima causa di morte anche in l’Italia e rappresentano il 29.5% di tutti i decessi della popolazione.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!