I vincitori del Premio Innovazione Digitale in Sanità 2018

La Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma, nella categoria ‘Processi clinici e assistenziali’, la Fondazione Policlinico Agostino Gemelli di Roma, nell’area ‘Processi di supporto e Data Analytics’, l’Istituto Candiolo – IRCCS di Torino, nella categoria ‘Servizi al cittadino’, e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Trento, nell’area ‘Servizi sul territorio’.

I riconoscimenti assegnati dall’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità premiano come ogni anno l’efficienza in sanità, un elemento imprescindibile per un sistema sanitario in evoluzione come il nostro e che punta a rispondere al meglio alle nuove esigenze dei suoi assistiti. Ecco, in questa breve presentazione, chi si è aggiudicato il premio e perché

Sono questi i vincitori della nona edizione del Premio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, il riconoscimento dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità (www.osservatori.net), che punta a creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della Sanità Italiana per capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento, assegnato ieri pomeriggio al Politecnico di Milano in occasione del convegno ’Sanità e Digitale: uno spazio per innovare’ tenutosi presso il campus Bovisa a Milano. A questi vincitori si aggiungono l’Asl di Taranto, premiata dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO) per il progetto ‘TuttaSalute’, e il 118 Emilia-Romagna, finalista nella categoria ‘Servizi al cittadino’, votato come miglior caso dal pubblico presente per il progetto basato sull’uso della app DAE RespondER.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!