Come misurare le performance in Oculistica? Proposta di un tool gestionale per l’ottimizzazione delle risorse

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN HTA 6/6

Introduzione e obiettivi

L’invecchiamento della popolazione, la sempre più elevata probabilità di presa in carico di pazienti comorbosi, nonché la disponibilità di nuove tecnologie, sono tutti trend di particolare attenzione all’interno delle differenti specialità, ma con un particolare ruolo nel contesto dell’oculistica.  È proprio il volume dei pazienti cronici in continuo aumento, infatti, che genera problematiche organizzative e di gestione che rendono sempre più complessa l’attività, in particolar modo in ragione della necessità di pianificare prestazioni sanitarie per orizzonti temporali di medio e lungo periodo.  A fronte di questo contesto strutturale e della coscienza di tale difficoltà, a livello ospedaliero, non sono rari i casi di realtà sanitarie che rivedono i propri processi organizzativi, con l’ottica di ottenere miglioramenti in termini di modalità di erogazione delle prestazioni offerte alla cittadinanza.  In un contesto simile diviene utile e importante poter analizzare l’organizzazione interna, con l’intento di ottimizzare le risorse umane e tecnologiche, nonché di ridefinire i percorsi clinico-organizzativi, con un conseguente miglioramento della qualità, della tempestività e dell’equità nell’accesso alle cure, aspetti che impattano maggiormente sulla sfera del paziente, obiettivo ultimo di qualunque intervento sanitario. 


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!