Il reale valore dell’assistenza

Nel XIX Congresso Nazionale AICO a Riccione parleremo di A.R.T.S. “L’assistenza è un’arte e se deve essere realizzata come un’arte, richiede una devozione totale ed una dura preparazione, come per qualunque opera di pittore o scultore, con la differenza che non si ha a che fare con una tela o un gelido marmo, ma con il corpo umano, il tempio dello spirito di Dio” (Florence Nightingale, tra l’ottocento ed il novecento). Oggi è tempo di fare sintesi, in tutti i sensi. Con il XIX congresso nazionale di Riccione A.I.C.O. vuole esplicitare tutto il significato dell’acronimo A.R.T.S.: quando scienza ed arte ben armonizzati si traducono in eccellenza nella pratica infermieristica di sala operatoria che dà valore aggiunto alla comunità scientifica che si occupa di sviluppare l’infermieristica nel nostro Paese. Parleremo di gesti ed azioni di cura nell’assistenza con le actions. Attraverso l’utilizzo delle Innovazioni tecniche e tecnologiche, la sfida è pianificare ed attuare per il cittadino azioni volte ad avvicinare il sistema sanitario ai bisogni chirurgici: farlo è possibile – anzi necessario – senza eludere la responsabilità.

È un messaggio efficace e allo stesso tempo profondo quello che apre i lavori del Congresso Nazionale AICO: “L’assistenza è un’arte, una delle belle arti. Anzi, la più bella delle arti belle”. Nella tre giorni di Riccione gli infermieri di camera operatoria celebrano questa mission, discutono del presente e del futuro della professione, e lo fanno con un programma ricco di sessioni interessanti

La reciprocità implica una forte attenzione ai rapporti interpersonali, non come fini a sé stessi ma come mezzi per evocare una giusta visione dei valori impliciti allo stato di salute e della vita. Un aspetto naturale ed inevitabile delle relazioni umane è la reaction come conseguenza dei conflitti. L’essenza dell’interazione conflittuale è la comunicazione emotiva. Tutti concordano sull’importanza di un’efficace comunicazione come conditio sine qua non per creare relazioni sane e reciprocamente gratificanti.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!