OSPEDALE DELLA MISERICORDIA, INNOVAZIONE E TECNOLOGIA

È stata inaugurata recentemente la nuova ala dell’ospedale Misericordia di Grosseto che rappresenta un esempio di innovazione tecnologica messa al servizio di un progetto di assoluta avanguardia costato circa 14 milioni investiti in nuove tecnologie (3 angiografi di ultima generazione, 28 ventilatori, 5 colonne per sale, 2 sale operatorie integrate con applicazione audiovideo) e nell’acquisto di ulteriori strumentazioni sanitarie (ecografi, elettrocardiografi, elettrobisturi, broncoscopi, ecc.). La nuova struttura ospedaliera “misura” circa 20.000 metri quadri e 90.000 metri cubi. Si tratta di una costruzione di 4 piani fuori terra così composti, per un costo complessivo di realizzazione di 31.500.000 euro: • al piano terra si trovano ingresso, atrio, sale riunioni, auditorium, spogliatoi per il personale, bar ed edicola, locali tecnici e magazzini; • al primo piano si trovano il blocco operatorio con 8 sale operatorie e una sala gessi, tre sale di chirurgia ambulatoriale, 3 sale di angiografia/ emodinamica/elettrofisiologia, un blocco di magazzini e 4 moduli di terapia intensiva (rianimazione, Utic, subintensiva) di 8 posti letti ciascuno; • al secondo piano si trovano 60 posti letto di degenza; • al terzo piano si trovano 60 posti letto di degenza; • in copertura vi sono locali tecnici. La nuova ala del presidio del Misericordia è il risultato di un impegno congiunto iniziato nel 2009 e realizzato grazie all’instancabile dedizione, in particolare, del Dipartimento tecnico che nel 2014 ha aperto il cantiere per consegnare la struttura funzionante appena quattro anni dopo. Un bell’esempio per tutti.