TC Revolution

Il nuovo reparto di Radiologia dell’Ospedale San Carlo di Nancy di Roma si è dotato di una TAC di ultima generazione, la TC Revolution, ce ne spiega le caratteristiche rispetto a risoluzione e acquisizione delle immagini e copertura anatomica? La caratteristica più notevole della TC Revolution riguarda la riduzione consistente delle tempistiche di acquisizione delle immagini. La TC Revolution 512 slice permette in una sola scansione di acquisire un numero multiplo di strati, riducendo i tempi di esame. Ad esempio la risoluzione temporale per l’acquisizione di immagini in campo cardiologico è una delle più rapide a disposizione: l’acquisizione avviene infatti in circa 140 millisecondi. Questo consente di eseguire studi cardiaci anche in pazienti con un ritmo di fibrillazione atriale.

Il San Carlo di Nancy si è recentemente dotato di una nuova TAC che arricchisce il reparto di Radiologia di nuove possibilità legate principalmente alla consistente riduzione delle tempistiche di acquisizione delle immagini. Entriamo quindi nei dettagli grazie a questa intervista concessaci dal dott. Sperandio, responsabile dell’Unità di Radiologia dell’Ospedale  

Per quanto riguarda la copertura anatomica, la TC Revolution è dotata attualmente del detettore più grande in commercio, con una grande copertura di 16 cm sull’asse Z ad ogni singola rotazione. Altro esempio, grazie a questo detettore possiamo acquisire le immagini dell’aorta toracoaddominale con un tempo di 1,8 secondi, e con una quantità di mezzo di contrasto ridotta a soli 30 ml. Quali sono gli aspetti tecnologici e di funzionalità più soddisfacenti per il medico? Dal punto di vista degli esami cardiovascolari, i volumi di studio in brevissimo tempo permettono di migliorare la qualità delle immagini riducendo le apnee del paziente; in questo modo aumenta anche il comfort del paziente durante l’esame. La TC Revolution ci permette di lavorare con chilovoltaggi ridotti, quindi con una dose radiante al paziente ridotta.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!